Volver

Circolo Vicentino di Buenos Aires

Gruppo di Teatro e Letteratura “Luigi Meneghello”

 

Il nostro gruppo di teatro e letteratura è stato creato ai fini di mantenere le tradizioni della cultura vicentina ed anche veneta, valorizzare la lingua veneta e promuovere la sua diffusione nella comunità italo-argentina.

 

Elenco

Gianna Baruffato, Laura Cherubin, Felice D’Amore, Anna Fabris, Edgardo Marchiori, Lía Tomasi, Lino Viero

 

La scelta del nome

Era un po’ difficile scegliere un bel nome, allora abbiamo fatto la proposta ai soci attraverso la posta elettronica, dando diversi nomi possibili. Finalmente, è stato scelto quello di Luigi Meneghello , famoso scrittore vicentino, per un percentuale vicino al 80% dei voti ricevuti.

Proprio da Meneghello sono stati i primi testi rappresentati nel primo ciclo di teatro.

Ecco la sua biografia per ricordarlo:

Nato a Malo il 16 febbraio 1922, in provincia di Vicenza, figlio primogenito di Cleto di Pia Giuseppina Canciani.

Nel 1932 supera l’esame di ammissione allo storico ginnasio liceo classico Pigafetta di Vicenza. Dal 1937 al 1939 la famiglia si trasferisce nel centro storico di Vicenza, in via Stradella San Marcello, per facilitare la frequentazione dei figli a scuola.

Nell’ottobre 1939 si iscrive alla facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Padova.

Fra il 1940 e il 1942 svolge la funzione di “prosatore anonimo di prima e terza” oltre che redattore ausiliario del quotidiano “il Veneto” di Padova, direttore Carlo Barbieri.

Tra l’ottobre 1940 e l’ottobre 1942 sostiene 20 esami, tutti con 30 e lode, con i più influenti professori

Inoltre ad accademico e scrittore è stato un partigiano, e formò parte della resistenza

Il 23 settembre 1948 Meneghello sposa con rito civile a Milano, Katia Bleier , un'ebrea jugoslava di lingua ungherese, nata e cresciuta a Bačka, Voivodina e dopo a Zagabria.

Ha avuto una proficua attività accademica a Reading (Inghilterra). Nel 1980 Meneghello dà l’addio all’Università e alla città Reading, e si trasferisce a Londra.

Nel 2004, anno della morte di sua moglie Katia, si stabilisce a Thiene fino alla sua morte il 26 giugno 2007.La sua tomba e quella della moglie sono poste nella cappella di famiglia nel cimitero di Malo.

 

Premi e Riconoscimenti

Premio Florio per la miglior traduzione in inglese de "I piccoli maestri" in “The Outlaws”, Premio Bagutta per "Bau-sète!", Cittadinanza onoraria della città di Thiene , Premio Chiara 2000 alla carriera, Laurea honoris causa in Lettere a Torino, Cittadinanza onoraria della città di Vicenza, Laurea honoris causa in Lingue e Culture Straniere a Perugia, Laurea honoris causa in Filologia a Palermo, Premio Antonio Feltrinelli per la narrativa dell’ Accademia dei Lincei , Grande Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana.

Le opere

Libera nos a Malo, I piccoli maestri, Pomo Pero Fiori italiani, L’acqua di Malo, Il Tremaio, Bau-Sète, Leda e la schioppa, Rivarotta, Che fate quel giovane?, Maredè, Maredè, Il dispatrio, Promemoria, Il Turbo e il Chiaro, La materia di Reading, Le Carte. Volumi I, II e III, Trapianti. Dall'inglese al vicentino.

 

 

Rappresentazioni e Letture

Fiabe, teatro dell’Ottocento e racconti della civiltà contadina sono tre tipi di manifestazioni della cultura veneta. Manifestazioni, che possono avere la forza della montagna o la malinconia della pianura.

La terra veneta è una delle più ricche di tradizioni popolari, di leggende e di fiabe, di riti agrari che testimoniano un vasto e multiforme patrimonio orale, trasmesso della memoria generazionale e profondamente radicato nel passato della nostra gente.

 Nel Veneto si distinguono 5 aree dialettali:

1-veneziano lagunare: con la varietà chioggiotta, pellegrinotta, buranella, caorlotta e di terraferma.

2-veneto centrale: comprendente il padovano, il vicentino ed il polesano.

3- veneto occidentale: espresso dal veronese

4- veneto orientale: trevigiano, feltrino e bellunese.

5- ladini veneti.

 Nella considerazione del “parlare veneto”, non si può dimenticare l’isola linguistica cimbra (Altopiano) dove si parlava un dialetto tedesco fino agli anni dell’ultima guerra.

 

 

Nella raccolta di storie, il Veneto viene riconosciuto per l’abbondanza e la qualità di materiale esistente in tutta la regione.

 -Conosco (poesia)

-Chi sei? (poesia)

-Dov’è la tua patria? (poesia)

-Dimmi il tuo nome (poesia)

- La Mérica di Angelo Giusti (poesia)

-Evviva la polenta (poesia)

-Capuceto roso (in lungua veneta)

-Le aventure de Pinochio (in lingua veneta)

-Va ramengo Lucressia (comedia)

-Il boccolo (leggenda)

-Samarco (leggenda)

-Libera nos a Malo di Luigi Meneghello

-L'Italia liberata dai Goti di Giangiorgio Trissino (poema eroico)

-Angiolina e Angiolino

É una fiaba che parla di esseri mitologici, diffusa nella provincia di Vicenza, sopratutto nel Alto Vicentino.

-La Nosse de Bepi e de la Maria

Storia pubblicata nel libro “Volta fora la Polenta” di Giovanni Lanaro., uno scrittore vicentino nato a Schiavon nel 1935.

“La Nosse...” si ricorda i preparativi di un matrimonio in un’epoca piena di necessità.

-La scuola del teatro

Scherzo comico scritto da Giacinto Gallina nel 1879. si presenta per la prima volta in una ripresa della vecchia commedia “Le barufe in famegia”.

Bepi, figlio d’Angioletta e marito di Celestina è tra le due donne e non sa come risolvere la situazione assai scomoda. Troverà la soluzione con l’aiuto del suo compare e la serva?

     

Serie Ommaggi

- Omaggio a Carlo Goldoni , conosciuto come il poeta veneto per eccellenza,. nel 300 anniversario della sua nascita (2007)

 -La vedova scaltra

-Il Burchiello

-La Locandiera

 -Omaggio alla Lingua Veneta

Il Consiglio Regionale Veneto ha approvato a larga maggioranza una legge che valorizza e promuove la lingua veneta attraverso l’insegnamento, diffusione e pubblicazione di libri. Questa legge è frutto di progetti presentati dai consigli provinciali di Vicenza e Treviso

   

Speciali

-Omaggio al tango argentino

Specialmente ad uno dei cantanti più importanti “La voz de Oro del Tango”, il veneto Alberto Marino

-Presentazione del Gruppo LaTorre di Chiampo (Vicenza – Italia) con motivo del 50º anniversario del Circolo Vicentino

-Pompeo Ciapelacurta di Bruno Capovilla